Misure per il contrasto dell'Antimicrobico-Resistenza

L'antimicrobico-resistenza rappresenta una minaccia per la tua salute e per quella di chi ti sta accanto. Il Programma ha l'obiettivo di contrastarla attraverso la prevenzione e il controllo delle infezioni, il monitoraggio del consumo di antimicrobici e la corretta e prudente prescrizione antibiotica.


L'azione provvederà ad allestire strumenti per il monitoraggio, la valutazione e il coordinamento dei livelli locali, come piattaforme informatiche, sistemi di reporting ecc., che serviranno alla sorveglianza epidemiologica continua delle ICA e degli MDRO.
Per potenziare le attività dei servizi veterinari sull'antimicrobico-resistenza, sarà favorita la realizzazione, a livello regionale e locale, delle azioni previste dal PNCAR 2017-2020 in ambito umano e veterinario, attraverso la sorveglianza e il monitoraggio di un uso appropriato degli antibiotici, la prevenzione delle infezioni e la formazione e comunicazione.
L'azione ha lo scopo di promuovere la sicurezza e la tutela della salute di cittadini, lavoratori e consumatori monitorando a livello regionale la prescrizione antibiotica nel settore sanitario umano e veterinario, implementando il sistema stabile di monitoraggio, sviluppando un sistema informatizzato di farmaco-epidemio-sorveglianza e altre misure preventive.
Per promuovere la tutela della salute di cittadini, lavoratori e consumatori è necessario aumentare la consapevolezza della Comunità sull'importanza di un corretto uso degli antimicrobici. L'azione, quindi, sarà incentrata sulla predisposizione di campagne informative, sulla diffusione dei programmi di Antimicrobical stewardship e sulla pubblicazione dei dati regionali con cadenza annuale.
L'azione si occuperà di revisionare e aggiornare le procedure regionali per la gestione delle attività connesse con le allerte alimentari e di emergenza per le malattie trasmesse da alimenti. Sarà migliorata, inoltre, l'integrazione tra i servizi territoriali e la rete ospedaliera per rilevare precocemente possibili tossico-infezioni di origine alimentare.
Per incrementare il controllo delle infezioni invasive da Enterobatteri produttori di CPE e CRE, l'azione sarà volta alla realizzazione di un sistema di sorveglianza microbiologica regionale, stabile e continuativo, di tali infezioni, all'analisi epidemiologica dei dati raccolti nel database microbiologico regionale, alla predisposizione di report in output a tutti i potenziali utenti e alla trasmissione dei dati dalla Regione all'ISS.
Per lo sviluppo dei Programmi AS l'azione istituirà un gruppo tecnico-scientifico regionale multiprofessionale, predisporrà un Programma regionale di stewardship antimicrobica, istituirà funzioni aziendali o articolazioni organizzative multiprofessionali di AS nelle ASL, monitorerà l'avanzamento del Programma, pubblicherà Report aziendali e regionali, semestrali e/o annuali, e formerà operatori sanitari e sociosanitari.